Centrifuga

Con una centrifuga di frutta e verdura puoi fare i migliori centrifugati direttamente nella tua cucina, l’importante è però acquistare il modello giusto. Grazie alle nostre recensioni potrai acquistare una delle tante centrifughe disponibili ad un prezzo contenuto. Questo genere di apparecchi si può trovare ad un costo abbastanza basso, se scegli una centrifuga di frutta economica te la cavi con 30 – 40 euro,  se invece preferisci puntare su un modello professionale in grado di produrre grandi percentuali di succo allora puoi spendere anche 120 150 euro.

Le migliori centrifughe sono prodotte dalla aziende leader del mercato degli elettrodomestici da cucina, su questo sito puoi trovare i modelli venduti da Severin, Philips, Moulinex, Bosch, Kenwood, ecc.

Ti invito a leggere attentamente le schede tecniche dei prodotti, in particolare le funzioni presenti, la capacità di estrazione, i materiali utilizzati e via dicendo. Se non conosci ancora la differenza tra un frullatore e la famosa centrifuga basterà leggere le recensioni presenti nell’articolo qui sotto o leggere le opinioni che ho raccolto in questo sito.

Centrifuga per la frutta, come funziona?

centrifugaAll’interno della centrifuga frutta è situato un filtro che permette di dividere la parte liquida dalla polpa, così da ottenere bevande fresche e genuine da bere dopo l’estrazione. Si hai capito bene, i succhi freschi preparati in questo modo mantengono inalterate le vitamine e minerali, fonte preziosa per la nostra salute. Per evitare il processo di ossidazione si consiglia di consumarli entro 24 – 48 ore al massimo. In commercio sono presenti tanti modelli di centrifughe, si parte dalle più semplici ed economiche a livello casalingo fino a quelle più accessoriate per usi professionali.

Prima di acquistare uno di questi apparecchi centrifughi pensa bene all’utilizzo che dovete farne. Tieni sempre presente che prima di ordinarne uno è importante leggere e informarsi riguardo le caratteristiche tecniche (potenza, giri del motore, accessori in dotazione ecc.). Per sicurezza è meglio comprare centrifughe prodotte e vendute da aziende conosciute che offrono una lunga garanzia.

Centrifughe, tutti i benefici

La centrifuga per frutta e verdura è un apparecchio piccolo e poco ingombrante che puoi sistemare in qualsiasi posto della tua cucina. Forse non lo sai ancora, ma all’interno della frutta e della verdura sono presenti tantissime sostanze che ci aiutano a vivere meglio. Alcune di queste sono depurative, antinfiammatorie, energetiche, dimagranti (hanno davvero tantissimi benefici!). Inoltre, sono molto buone, sane e rinfrescanti. In estate potrai bere i centrifugati di frutta e verdura in grandi quantità, specialmente nelle torride giornate di luglio e agosto quando il caldo si fa realmente sentire.

La centrifuga in parole povere funziona quasi come uno spremiagrumi, solo che la centrifuga si può usare non solo per le arance ma anche per gli altri frutti e verdure. Si possono inventare tante ricette oppure utilizzare uno dei tanti libri che si vendono nei negozi o su internet per mixare i vari alimenti in base al vostro gusto o alle vostre esigenze. Chiarisco fin da subito che queste centrifughe funzionano a corrente, quindi sarai obbligato ad utilizzare una presa a muro per farla funzionare.

Centrifuga? Quali modelli scegliere

Tra i tanti modelli di centrifuga esistono anche quelli che consentono di inserire frutta e verdura intera senza la necessità di tagliuzzarla a piccoli tocchetti. Evita comunque di introdurre arance o mandarini con la buccia, perché il succo diventerebbe aspro (un gusto poco gradevole al palato).
Il procedimento di lavorazione è veramente semplice e veloce: nella parte superiore della centrifuga è presente un tubo che serve ad inserire gli alimenti: ti basterà azionare il pulsante di accensione e spingere il prodotto nella parte inferiore del tubo tramite un apposito pomello. Dopo pochi istanti vedrai fuoriuscire il succo derivante dalla lavorazione (questo procedimento può essere svolto da chiunque, in totale sicurezza).

Le centrifughe possono avere una o più velocità, in base al modello. Se devi impiegarla in un bar o in un’altra attività commerciale come un pub o un ristorante, allora è preferibile acquistare una centrifuga professionale. Evita modelli economici per le lavorazioni prolungate, poiché i tempi di estrazione sono più lunghi, la qualità e la quantità del prodotto ottenuto è nettamente inferiore rispetto ad un apparecchio professionale.

Estrazione dei succhi con la centrifuga

Il procedimento estrattivo come ti ho già spiegato precedentemente è molto semplice. Infatti, una volta immessi la frutta e la verdura all’interno del tubo, vanno a finire su una specie di grattugia molto affilata che girando a forte velocità taglia gli alimenti in piccolissimi pezzi. La forza centrifuga successivamente andrà a spingere il succo verso l’esterno, passando verso un filtro a maglia molto stretta. La polpa essendo troppo grossa non riuscirà a passare, otterrai quindi una separazione dei due elementi in modo quasi istantaneo.

Vista la grande scelta di centrifughe difficilmente riuscirai a fare subito una scelta senza rischiare di fare un cattivo acquisto. Il mio obiettivo è quello di aiutarti a scegliere gli elettrodomestici che hanno un migliore rapporto qualità/prezzo. La prima cosa importante da considerare in una centrifuga è sicuramente il motore; infatti è meglio sceglierne uno potente e robusto (le migliori centrifughe arrivano a fare 15 mila – 18 mila giri al minuto!).

Un altro fattore importante da considerare riguarda i vari componenti di assemblaggio, da preferire quelli di ottima qualità anche perché vengono a contatto con l’alimento stesso inserito. Se i componenti non sono a norma, tendono ad ossidarsi o a rompersi dopo poco tempo. Risultato finale? Avrai fatto un pessimo affare!

Le centrifughe migliori del 2017

Le aziende di cui ti parlerò nel mio sito producono da tanti anni le migliori centrifughe al mondo, potrai utilizzare gli apparecchi più funzionali e tecnologici presenti nel mercato nazionale e internazionale. Affidarsi ad un’azienda seria è sicuramente un vantaggio che ti garantirà una sicurezza sul prodotto scelto, sulla sua durata e sulla reperibilità dei componenti di ricambio. Se ad esempio acquisti una centrifuga Bosch o Philips e malauguratamente dopo qualche mese il motore si guasta, potrai sempre richiedere una sostituzione o una riparazione immediata dell’apparecchio difettoso. Scegliendo invece, un apparecchio di un’azienda sconosciuta non potrai sicuramente beneficiare di certe garanzie e assistenze.

I prezzi di vendita migliori

centrifugaAvere una centrifuga in casa ti permetterà di ottenere dei centrifugati dalle numerose proprietà benefiche, potrai quindi fare a meno dei succhi di frutta confezionati anche perché sono ricchi di conservanti. Sempre meglio bere un succo di frutta naturale al 100% magari utilizzando alimenti locali e di stagione (meglio se biologici) che un prodotto confezionato di cui si sa ben poco, oltre alle poche informazioni presenti sull’etichetta.

Negli ultimi anni molte persone sono diventate vegetariane, rinunciando a mangiare per propria scelta tutti gli alimenti che non fanno parte del mondo vegetale, ossia carne, pesce, salumi e così via.

Mangiare frutta e verdura allo stato solido fa certamente molto bene, ma non sono da meno anche i centrifugati, visto che sono molto digeribili, senza fibre e sopratutto freschi e rinfrescanti. Se sei vegetariano non puoi assolutamente rinunciare a questo elettrodomestico.

Consiglio l’utilizzo della centrifuga anche a tutte le altre persone, che magari vogliono fare una dieta a base di succhi di verdura freschi oppure hanno deciso di seguire un ciclo depurativo.  Se non esistesse la frutta e la verdura avremmo difficoltà ad integrare in modo naturale numerose proprietà che servono a mantenere il nostro benessere psicofisico. Molti esperti nutrizionisti consigliano di consumare almeno cinque porzioni di questi prodotti ogni giorno.

Motore, il filtro e la velocità

Vediamo ora nel dettaglio gli aspetti tecnici più importanti:

  • Potenza e qualità dei componenti: la parte più importante delle centrifughe è sicuramente il motore, senza di esso è impossibile creare i centrifugati, ma non sono da meno anche le altre parti, in particolare il filtro che dovrà essere bello robusto per trattenere al meglio la polpa al suo interno e far passare la parte liquida (senza un buon filtro è impossibile ottenere succhi di qualità!).
  • Consumo energetico e rumore: altri due aspetti molto importanti sono appunto i consumi energetici e il livello di rumore prodotto nelle fasi di estrazione. Esistono apparecchi che consumano un po’ di più e altri meno. Se il tuo intento e quello di utilizzare la centrifuga ogni giorno per un tempo abbastanza prolungato, è preferibile sceglierne una dai consumi ridotti. Per quanto riguarda i livelli di rumore, al momento non esistono delle centrifughe completamente silenziose, ma anche qui come nei consumi è possibile valutare l’acquisto di un apparecchio che dispone di livelli inferiori rispetto ad altri modelli.
  • Capacità: un altro fattore importante è la capacità del serbatoio e del tubo dove introdurre frutta e verdura. Se sei proprietario di un locale pubblico è sicuramente importante riuscire a produrre succhi in breve tempo. Con una centrifuga professionale puoi introdurre molti frutti interi, risparmiando così tempo e fatica.
  • Velocità: con un alimento duro come il finocchio e la carota, il motore tende a faticare maggiormente, per questo motivo sono presenti modelli con più velocità. Hai quindi l’opportunità di selezionare il numero di giri in base al prodotto da estrarre. Una grossa comodità!

Quale differenza tra centrifuga e frullatore?

Mangiare frutta e verdura è una necessità, molti questo non l’hanno ancora capito, altri invece pur essendone coscienti, preferiscono rinunciare a mangiare questi alimenti perché non amano il loro gusto. Questo capita anche con i bambini piccoli, ma per ovviare a questo problema è sufficiente assorbire vitamine e minerali tramite i centrifugati. Forse molti non hanno ancora chiara la differenza tra centrifuga e frullatore, ma le persone più informate sanno benissimo che esistono differenze sostanziali.

Il frullatore sminuzza il prodotto inserito senza separarlo, pertanto berrai la polpa, le fibre e il succo tutti insieme, mentre la centrifuga è in grado di suddividere la polpa dal succo.

La differenza principale tra i due procedimenti consiste in questo: nel primo caso assorbirai anche le fibre, chiaramente un frullato ha bisogno di una quantità di prodotto minore rispetto a un centrifugato. Ottenere un litro di succo centrifugato richiede una quantità superiore perché non sono presenti le fibre, ma se consideriamo il rapporto di vitamine e minerali ottenuto, sarà sicuramente maggiore nel secondo caso.

Con questo genere di apparecchi elettronici potrai fare tanti centrifugati differenti, utilizzando sia la frutta che le verdure fresca di stagione oppure in alternativa anche i prodotti congelati. Se vuoi aumentare l’apporto vitaminico dei tuoi centrifugati e frullati, puoi aggiungere alle tuo ricette anche della frutta secca, del latte, lo yogurt e via dicendo.

Spero di averti chiarito un pochino meglio le idee riguardo la differenza tra centrifuga e frullatore! Tutti e due sono degli utili elettrodomestici che consentono di produrre bevande naturali per il nostro corpo. A te la scelta!

Come fare i centrifugati di verdura con la centrifuga?

centrifuga frutta e verduraSe anche tu vorresti utilizzare la centrifuga per creare dei centrifugati di verdura, allora ti do qualche suggerimento. Come ben sappiamo, ognuno ha i propri gusti e non tutti mangiamo allo stesso modo. Alcuni prediligono il dolce, altri il salato; chiaramente c’è anche chi mangia di tutto senza problemi, magari preferendo appunto il contrasto tra acido, dolce, salato, croccante, morbido e speziato in una sola portata. Stesso discorso possiamo farlo per la frutta e la verdura. Sono  davvero in tanti (troppi!) ad evitarla e questo non va sicuramente bene, visto e considerato che è consigliabile assumerla giornalmente.

Se non ti piace proprio la frutta perché la trovi troppo dolce, puoi sempre utilizzare la centrifuga per fare dei sani centrifugati di verdura. Tieni conto che le centrifughe sono in grado di estrarre i succhi anche da alimenti molto duri come le carote, inoltre riescono ad ottenere una buona percentuale di estrazione anche dalle verdure a foglia. La forza centrifuga è in grado di sminuzzare e filtrare la parte liquida, grazie alla forte velocità del cestello che raggiunge anche 16 mila, 18 mila giri al minuto. Chiaramente dipende dal modello che sceglierai, perché alcune centrifughe raggiungono “solo” i 6000 giri al minuto.

Se poi ami fare sport, oppure se sei in sovrappeso e vuoi dimagrire, se desideri fare un ciclo depurativo o semplicemente amate mangiare la verdura, allora puoi bere ogni giorno un centrifugato scegliendo il tuo alimento preferito per creare un concentrato di benessere. La salute è importante e mangiare in modo sano ogni giorno è sicuramente un ottimo modo per vivere meglio e, possibilmente, più a lungo. Molte ricerche scientifiche hanno confermato le grandi proprietà benefiche contenute dentro la frutta e la verdura, il tuo corpo ti ringrazierà.

I miei consigli per te

Se hai letto l’intero articolo (ti ringrazio per il tuo tempo!), allora spero che avrai una maggiore consapevolezza riguardo l’uso e l’utilità delle centrifughe. Scegli preferibilmente un prodotto con il miglior rapporto qualità/prezzo. Nel mio sito ho inserito soltanto modelli validi e di marche prestigiose. Ho inoltre considerato attentamente le indicazioni degli acquirenti che hanno già acquistato questi apparecchi, scartando a priori i modelli scadenti, che presentano particolari problemi meccanici o di estrazione. Inutile proporti di acquistare una centrifuga di basso livello anche se economica, sarebbe una spesa inutile. Meglio spendere qualcosa in più e avere un elettrodomestico di qualità che duri nel tempo!